Come diventare travel influencer su Instagram

Uno dei nuovi lavori più ambiti soprattutto dai giovani è quello del travel influencer su Instagram, una persona con un profilo specializzato sui viaggi in grado di girare il mondo collaborando con i brand del settore. Ovviamente un travel blogger può utilizzare anche altri strumenti, come un canale YouTube o un account Facebook, tuttavia Instagram è un canale fondamentale per svolgere questa attività.

Diventare un travel influencer non è semplice, infatti bisogna riuscire ad ottenere un seguito considerevole, composto soprattutto da persone in target con l’argomento viaggi. Inoltre è importante creare una community attiva, con molte interazioni ai contenuti proposti per essere interessanti agli occhi dei brand. Vediamo alcuni consigli utili.

Aumenta le interazioni dei post

Nel settore travel è fondamentale che i post pubblicati abbiano numerose interazioni, poiché gli sponsor guardano più queste metriche rispetto al semplice numero di follower. Naturalmente è possibile comprare like Instagram rivolgendosi a piattaforme come Traffik-up.it, per incrementare le performance dei contenuti lanciati nella piattaforma con attività provenienti da account reali e attivi.

Tuttavia è indispensabile realizzare dei post accattivanti e coinvolgenti, in grado di differenziare il proprio account dagli altri. Uno svantaggio del comparto travel, infatti, è l’elevata concorrenza presente in questo ambito, un settore in cui sono presenti tantissimi professionisti e influencer. Per questo motivo bisogna puntare sull’originalità dei contenuti, cercando di essere creativi e uscire fuori dai soliti schermi.

Non basta mostrare i luoghi visitati, ma è necessaria una pianificazione editoriale ottimizzata e un approccio artistico e unico all’argomento viaggi e vacanze. Per ottenere tanti likes è fondamentale proporre contenuti testuali scritti in modo emozionale, utilizzando la tecnica dello storytelling per vendere un sogno. Con le foto e i video, invece, è possibile creare engagement e stringere relazioni più strette con i propri follower.

Viaggia spesso e compra l’attrezzatura giusta

Sembrerà banale ma è bene ricordare che un travel blogger deve necessariamente viaggiare spesso, per avere materiale sufficiente da pubblicare sul profilo Instagram. Ovviamente soprattutto all’inizio bisogna avere un budget a disposizione, poiché i viaggi sono cari e vanno affrontate tutte le spese da soli in assenza di sponsor. Di norma è importante considerare almeno un anno di viaggi prima di poter collaborare con dei brand, realizzando da 5 a 10 o più esperienze.

Allo stesso tempo è necessario investire nell’attrezzatura da travel blogger, puntando fin da subito sulla qualità dei contenuti realizzati. Ad esempio è d’obbligo una buona macchina fotografica digitale, un microfono ambientale per i video e le attività di live blogging oltre a uno smartphone con una fotocamera di qualità. Inoltre sono essenziali accessori come un flash esterno, una fonte luminosa, una custodia completa, batterie e schede di memoria di riserva da portare sempre con sé.

Costruisci un personal brand

Per diventare un travel influencer su Instagram è essenziale costruire un persona brand, creando delle strategie di social media marketing per rafforzare il proprio brand personale. Per ottenere dei risultati concreti è indispensabile scegliere una nicchia profittevole, cercando un settore poco competitivo e in cui sia possibile proporre qualcosa di diverso e originale agli utenti, per evitare di ripetere cose già fatte e presenti nella piattaforma.

Ad esempio sono sempre più richiesti dalle aziende i microinfluencer, persone con un seguito molto targetizzato in grado di offrire ai brand persone con un profilo altamente profilato. In questo caso bastano appena alcuni migliaia di follower per collaborare con le imprese, altrimenti servono almeno 100 mila seguitori per cominciare ad essere interessanti per le aziende del settore travel.

Realizzare un personal brand non è semplice, infatti è necessario capire con quali aspetti identificare la propria personalità, in base allo studio del mercato e alle esigenze degli utenti in target. L’importante è far capire immediatamente qual è il proprio stile, affinché un utente possa subito identificarsi o meno con il proprio profilo di travel blogger. L’account e i post devono comunque suscitare una reazione, sia positiva che negativa.

Porta pazienza e segui i migliori travel blogger

Se desideri fare il travel influencer devi innanzitutto capire come funziona il settore, seguendo i personaggi di successo per comprendere come lavorano. Ovviamente non bisogna soltanto copiare quello che fanno i grandi influencer di viaggi, tuttavia analizzando la loro attività e il profilo si possono ottenere feedback utili per il proprio account. La prima cosa da fare, quindi, è quella di seguire i profili dei migliori travel blogger di Instagram.

Dopodiché è possibile investire nella crescita del proprio account, aumentando i follower e i like ai post, per definire uno stile distintivo e puntare su una nicchia specifica all’interno del settore travel. Per velocizzare il processo è consigliabile farsi aiutare da esperti, persone specializzate nell’editing fotografico, nelle consulenze digitali e nella gestione dei profili social, un investimento davvero valido per approcciarsi in modo serio e professionale evitando di commettere una serie di errori.

Related Posts

About The Author

Add Comment