Come visitare San Paolo(Brasile) in 4 giorni

Volendo approfittare delle vacanze di pasqua che quest’anno ci hanno regalato ben 4 giorni di vacanza, io e mia moglie abbiamo deciso di visitare la città di San Paolo (Sao Paulo).

San Paolo è la capitale economica del Brasile, la più grande città del Sudamerica che conta su un’area urbana con oltre 11 milioni di abitanti.

Per la nostra visita avevamo a disposizione 4 giorni, o meglio 3 e mezzo, ed abbiamo deciso di dedicare ogni giornata ad una zona della città, in modo da tentare di visitarne il più possibile.

Primo giorno di viaggio : arrivo a San Paolo e check-in in hotel

Il primo giorno di vacanza siamo partiti dalla nostra città, Juiz de Fora, e tramite pullman ci siamo messi in viaggio per San Paolo. Si tratta di un viaggio di 8 ore con partenza notturna e arrivo in città alle 11 e mezza.

Ma esistono pullman che collegano San Paolo con tutte le città della zona, da Rio de Janeiro, Barra Mansa, Brasilia, Curitiba e così via.

L’arrivo è alla stazione centrale rodoviaria di San Paolo, Terminal Tietê, dalla quale è possibile passare per un sottopasso e prendere direttamente la linea metropolitana. La metro di San Paolo è molto efficiente e collega quasi tutti i punti principali della città, grazie ad una rete di linee divise per colore, la gialla, la blu, la rossa, etc..

Il costo del biglietto è di 3,80 reais, circa 1,15€, e vale per più linee, l’importante è non uscire dalla metro altrimenti dovrete acquistare un altro biglietto.

Dalla stazione centrale abbiamo preso la linea azul (blu) fino alla stazione Luz, per poi cambiare prendendo la linea amarela (gialla) fino a Conceção, un’arteria principale vicino la famosa Avenida Paolista.

La metro ci lascia a 100 metri dal nostro hotel, l’Ibis Paolista Conceção , un hotel della catena internazionale Ibis che offre ottimi hotel 3 stelle situati in zone strategiche della città, una sicurezza quando si viaggia in Brasile per pulizia, servizi e prezzi contenuti ( circa 60€ a notte).

Mercado Municipal di San Paolo

ALT = mercado municipal di san Paolo, brasile

Dopo un veloce check-in ci siamo subito recati al famoso Mercado Municipal, raggiungibile con la metro grazie alla fermata Sao Bento della linea Azul. Fuori dalla metro è necessario camminare per circa 10 minuti ma è possibile attraversare la famosa Rua 25 Março, un commercio a cielo aperto con negozi e bancarelle di tutti i tipi, sempre affollato a qualsiasi ora.

Il Mercado Central è un mercato storico di San Paolo dove potete trovare tutte le prelibatezze del Brasile, dalla carni tradizionali e più pregiate, alle cachaças artigianali, ai salumi, ai formaggi, alle confetture e così via.

Al pano superiore invece troverete ottimi ristoranti di carne e pesce, ideali per prendersi una bella birra gelata ed assaggiare piatti tipici brasiliani, con un ottimo rapporto qualità e prezzo. Negli orari di punta dovrete aspettare un po’ ma ne vale la pena.

La Pinacoteca di San Paolo e la Stazione da Luz

ALT = pinacoteca di san Paolo, brasile

Dopo un pranzo a base di picanha, il famoso taglio pregiato di codone di manzo tipico dei churrasco brasiliani, ci siamo recati alla vicina Pinacoteca di San Paolo.

La Pinacoteca si trova in Praça da Luz 2, di fronte all’omonima stazione dei treni. La Pinacoteca offre al suo interno numerose opere di artisti brasiliani, che permettono di conoscere a fondo la storia del Brasile attraverso gli occhi dei suoi autori più importanti.

Tra le tante opere di pregio all’interno della Pinacoteca, un progetto dell’inizio del secolo del famoso architetto Paulo Mendes da Rocha, troviamo quelle di artisti come Portinari, Antonio Parreiras, Lasar Segall, etc…

ALT = stazione da Luz, San Paolo, Brasile

Stazione da Luz, San Paolo

Concerti jazz a San Paolo

Dopo un breve riposo con doccia rinfrescante in hotel siamo usciti per cena recandoci in zona Pinheiros, una delle più movimentate della città insieme a Vila Madalena.

ALT = jazz a San Paolo, Brasile, Jazz nos Fundos

concerto al Jazz nos Fundos, San Paolo

Siamo andati al locale Jazz nos Fundos, uno dei migliori di San Paolo, dove abbiamo preso una pizza al piano di sopra per poi scendere al piano terra per il concerto.

Il gruppo di musicisti brasiliani aveva organizzato una serata in onore di Herbie Hanckok, per celebrare i 77 anni dell’artista americano icona del jazz.

La serata è stata ottima come il concerto del gruppo, piano, sax, basso e batteria ben assortiti, con una bottiglia di vino bianco a fare da contorno. I prezzi sono nella norma, 3€ per una birra Weiss o Pale Ale, 5€ per un cocktail e circa 15-18 per una bottiglia di vino.

Visitare San Paolo, giorno 2 : i musei del Parco Ibirapuera

Il secondo giorno della nostra vacanza alla scoperta della città di San Paolo abbiamo deciso di dedicarla alla zona di Ibirapuera, una delle più belle della città contraddistinta dall’enorme parco, dal lago e dai diversi musei e sale espositive presenti sia all’interno che all’esterno.

Come al solito abbiamo preso un passaggio con Uber, assolutamente il nostro mezzo di trasporto ufficiale qui in città, che dal nostro hotel Ibis Budget in Rua da Consolaçao ci è costato circa 15 reais, 4,5€.

Bisogna dire che Uber è usato tantissimo dagli abitanti di San Paolo e dai turisti, sia brasiliani che stranieri, ed è possibile trovare una corsa con massimo 5 minuti di attesa per i principali luoghi della città, sia di giorno che di notte.

Arrivati al Parco Ibirapuera abbiamo deciso di passare la mattinata visitando i musei del parco, come il Museo di Arte Moderna ed il Museo d’Arte di San Paolo.

ALT = MAM, museo arte moderna di San Paolo, Brasile

Il primo museo che abbiamo visitato è il MAM, Museo di Arte Moderna di San Paolo, situato in bel palazzo ricco di vetro e luminoso che ospitava una interessantissima esposizione sulle opere di Anita Malfatti, una delle più importanti e discusse artiste brasiliane del XX secolo.

Il secondo museo che abbiamo visitato è il Museo Afro Brasil, un museo dedicato alla storia della cultura afro in Brasile molto interessante, che ripercorre e tiene viva la tradizione e cultura nera all’interno del Paese.

All’interno del Parco Ibirapuera inoltre ci sono ma non sempre aperti per le visite il museo all’aperto Pavilhao Japones, il Planetario, l’Auditorium Ibirapuera di Oscar Niemeyer e la Fondazione Biennale di San Paolo.

Il parco Ibirapuera di San Paolo

Invece nel pomeriggio, dopo un pranzo all’interno del Parco in un chiosco vicino all’entrata sud, abbiamo deciso di goderci il Parque Ibirapuera ed il lago affittando due biciclette.

Il costo è veramente basso, 5 reais cadauna per ora, 1,5€, veramente economiche, e le biciclette sono sicuramente il mezzo migliore per godersi il parco e le sue bellezze naturali.

All’interno del parco c’è una pista ciclabile che lo percorre in tutta la sua lunghezza, e vi consiglio di farlo perché data la grande quantità di persone che visitano il parco ogni giorno è molto più sicuro sia per voi che per gli altri.

Il giro in bici è ottimo, sia per la salute sia per godersi il parco a pieno, molto meglio che andare a piedi vista la sua grandezza. Inoltre permette di immergersi nell’atmosfera del posto con tantissime persone che qui corrono, vanno sui pattini in linea, in skateboard, a passeggio con il cane o con i bambini.

Molto bella è la zona del lago ottima per fare una breve sosta e scattare qualche foto sulla riva, o per prendere un’acqua di cocco fresca e un piccolo spuntino in unno dei chioschi della zona.

Stanchi morti la sera siamo tornati in hotel per una doccia ed un’ora di meritato riposo, giusto il tempo di cambiarsi e prepararsi per la notte di San Paolo.

Questa seconda notte l’abbiamo passata nella zona di FreiCaneca frequentata dalla comunità gay e lesbica della città, piena di bar alla moda, ristoranti e centri commerciali.

Per la cena ci siamo concessi una cosa lieve, due insalate con succo di arancia e fragola tutto naturale e biologico, per poi passare a bere qualcosa in uno dei tanti bar della zona, con ottima musica ed ambiente intimo e rilassato.



Booking.com

Visitare San Paolo, terzo giorno : musei, teatro municipale e cattedrale metropolitana

Il terzo giorno della nostra visita alla città di San Paolo lo abbiamo dedicato ai musei e ad alcuni luoghi simbolo della città, per poi passare la serata tra musica classica ed un ottimo ristorante in zona Vila Madalena.

ALT = MUBE San Paolo, Brasile, musei

Per iniziare abbiamo visitato il MUBE, Museu brasileiro de Escultura, situato nella zona di Jardim Europa, la zona ricca della città con case simili a piccoli castelli.

Il MUBE è un piccolo museo ma è gratuito e vale una visita soprattutto se siete appassionati di architettura, con le linee della zona esterna che in intrecciano una con l’altra andando a formare una struttura molto interessante. All’interno si trovano alcune installazioni permanenti e temporanee, progetti sperimentali e disegni tecnici della struttura.

Il secondo museo che abbiamo visitato è il MIS, Museu da Imagem e do Som di San Paolo, un museo moderno incentrato sull’uso delle immagini e dei suoni per catturare l’attenzione del visitatore e conettarlo con l’arte visuale.

Il prezzo è basso, circa 2€, con sconti per studenti. Il museo si divide su tre piani, con installazioni dedicate alla fotografia ed alle arti visuali, con l’uso del suono per intensificarne l’effetto e la partecipazione del pubblico. Molto interessante.

ALT = teatro municipale di San Paolo, Brasile

Per il pranzo abbiamo mangiato un sandwich nel bar del museo per ottimizzare i tempi, per poi dirigersi sempre con Uber al Teatro Municipale.

Per la nostra delusione abbiamo scoperto che il Teatro è visitabile ma soltanto su prenotazione, e solitamente sono necessari almeno due giorni di tempo per trovare posto, quindi purtroppo non c’era più tempo per noi.

Ci siamo consolati con qualche foto all’esterno per poi incamminarci a piedi verso la Cattedrale Metropolitana, distante appena dieci minuti, una stupenda chiesa neogotica, la quinta più grande al mondo.

La Cattedrale e la zona della Praça da Sé sono sempre molto affollate quindi fate attenzione ai borseggiatori, che qui abbondano vista la quantità di persone e turisti.

ALT = Catedral Metropolitana di San Paolo, Brasile

Notte a San Paolo : musica classica a Vila Mariana e cena di pesce a Vila Madalena

Dopo aver visitato la Cattedrale al suo interno e scattate le foto di rito ci siamo incamminati verso la zona di Pinheiros, dove alle 18,30 avevamo trovato un concerto di musica classica di Cristian Budu, che presentava un repertorio composto da Scarlatti, Arvo Part e Shostakovic.

Il concerto si è svolto al SESC di Vila Mariana in Rua Pelotas 141 ed è costato 17 reais, circa 9€ a persona. Devo dire che ne è valsa veramente la pena vista la qualità dell’interpretazione, inoltre il posto è ottimo.

Dopo il concerto ci siamo spostati in zona Vila Madelena, adiacente a Pinheros, una delle migliori della città per uscire la sera, con ottimi ristoranti e bar alla moda con musica dal vivo.

La nostra scelta è stata per un ottimo ristorante di pesce, il Peixaria Bar e Venda in rua Inacio Pereira da Rocha 112, dove potete scegliere il vostro pesce fresco dal banco e farvelo cuocere, optando per alcuni contorni a vostra scelta. Ottimo, da provare.

Visitare San Paolo, quarto giorno : MASP e partenza

L’ultimo giorno non avevamo molto tempo a disposizione ma soltanto la mattinata, visto che il nostro pullman partiva dalla stazione centrale alle 14, quindi abbiamo deciso di dedicarlo alla visita del MASP, il Museo d’Arte Moderna di San Paolo situato nell’Avenida Paulista al n°1578.

ALT = MASP San Paolo, musei, Brasile

Con nostra grande sorpresa appena imboccata l’Avenida Paulista abbiamo scoperto che la domenica viene chiusa al traffico, quindi ci siamo trovati a camminare al centro di una delle arterie più trafficate del Brasile, tra grattacieli enormi ed in mezzo ad un mare di persone a piedi, in bici, sui pattini, con i bambini o i cani al seguito.

Dopo una piacevole passeggiata sull’Avenida più bella che mai siamo arrivati al MASP, dove abbiamo acquistato due biglietti al prezzo di 15 reais l’uno, circa 4,5€, metà per insegnanti e studenti con documento.

Il MASP è una costruzione unica, molto interessante soprattutto per gli appassionati di architettura, con una struttura portante totalmente esterna mentre il museo si trova racchiuso in un parallelepipedo di cemento all’interno.

Il museo è suddiviso su due piani, il primo con esposizioni temporanee tra le più importanti del Brasile (noi ne abbiamo trovata una sulla storia di San Paolo e della costruzione dell’Avenida Paulista), mentre al secondo c’è l’esposizione permanente di quadri.

Le opere esposte sono di importanza mondiale con quadri di artisti italiani come Tiziano e Mantegna, oltre a tantissime opere di artisti francesi come Cezanne, Manet, Monet, Renoir, Gauguin e spagnoli come Goya, e Velasquez. Altri quadri sono di Van Gogh, Modigliani, Picasso, e di alcuni artisti contemporanei e moderni brasiliani.

Dopo la visita al museo ci siamo concessi un pranzo veloce in un locale di fronte al MASP, semplice ma funzionale, dopo il quale siamo tornati al nostro hotel, abbiamo ritirato i bagagli lasciati al deposito (7 reais al giorno circa 2€) ed abbiamo preso la metropolitana in direzione della rodoviaria Terminal Tietê per prendere il nostro pullman direzione Juiz de Fora.

Conclusioni

San Paolo è una città straordinaria e molto complessa che merita sicuramente una visita per conoscere i luoghi simbolo e godere delle tante iniziative culturali della città, come musei, esposizioni, concerti di musica classica e jazz tra i migliori del Brasile.

Per visitare la città bastano anche pochi giorni concentrando le mete vicine ed approfittando a pieno del proprio tempo a disposizione. Inoltre San Paolo vanta un aeroporto internazionale migliore del Brasile, ideale per spostarsi velocemente presso la prossima metà.



Booking.com

 

 

Related Posts

About The Author

Add Comment