ALT = viaggiare a Manaus, Brasile

La capitale dello Stato dell’Amazzonia in Brasile

Manaus è la capitale dello Stato dell’Amazzonia situata nel cuore del Brasile tra il Rio Negro ed il Rio delle Amazzoni, considerata la porta per la Foresta amazzonica insieme alla città di Belém nel Nord del Brasile.

Si tratta di una città con quasi due milioni di abitanti, una realtà difficile dove convivono molte contraddizioni del Brasile come povertà e ricchezza, sviluppo e natura, ecologia ed inquinamento.

Manaus è una città tutta da scoprire, una tappa necessaria per conoscere quel Brasile fatto di paesaggi naturali quasi incontaminati, ma che allo stesso tempo offre divertimento ed un viaggio alla scoperta dei sapori tropicali.

In questo articolo tratteremo alcuni punti fondamentali per chi vuole informarsi su cosa visitare a Manaus :

Cosa vedere : luoghi d’interesse e storia della città

Manaus è una città che è sempre stata un importante snodo commerciale soprattutto per prodotti come la gomma, ma ultimamente, dopo la crisi degli anni cinquanta, è riuscita a reinventarsi fino a diventare un importante polo industriale di prodotti tecnologici.

Oggi rappresenta una realtà divisa tra un’anima naturale ed una votata allo sviluppo ed alla modernità, con un’economia divisa tra il turismo ecologico e le nuove industrie di produzione.

Manaus è una città che mostra ancora i segni del colonialismo e preserva la sua storia, con chiese, cattedrali e musei che ne raccontano la nascita e lo sviluppo oltre che preservare le sue radici.

Le chiese ed i musei di Manaus

ALT = le chiese ed i musei di Manaus

Tra le cose da vedere e visitare a Manaus ci sono sicuramente la Chiesa di São Sebastião in Centro, risalente al 1888 e con elementi stilistici gotici e neoclassici, e la Parrocchia di São Sebastião e São Francisco de Assis.

Molti i musei presenti a Manaus che ne preservano la storia ed il rapporto con le comunità indigene, diversi dei quali collocati all’interno di un’area culturale molto importante, il Palacete Provincial, che per oltre 100 anni è stato il quartier generale della polizia per poi essere restaurato e rivalutato a centro culturale della città.

All’interno della sua struttura si trovano diversi musei come il Museo delle Immagini e dei Suoni, un importante centro espositivo incentrato sulle arti visive ed uditive, la Pinacoteca, il Museo di Archeologia ed un importante Centro di Restauro.

Molto importante è il Museo dell’Amazzonia situato in Avenida Margarita, uno spazio aperto con strutture espositive, dove sono preservate specie rare di vegetali ed animali appartenenti alla Foresta amazzonica, con esposizioni sulle culture indigene, la biosfera amazzonica e le tecniche di costruzione antiche.

Le recensioni dei migliori hotel di Manaus!

Altrettanto importanti sono il Museo Casa Eduardo Ribeiro, dove è presente una esposizione permanente di oggetti di uso comune, mobili ed opere d’arte del XIX secolo, ed il Museo Amazzonico, UFAM, un centro espositivo di arti ed opere legate alla cultura amazzonica, con dipinti, opere e sculture di artisti rinomati.

Uno dei simboli di Manaus è però il Teatro Amazonas, il teatro dell’opera della città aperto nel 1896 e situato in centro, con splendidi interni lavorati ed ottime pitture raffiguranti i paesaggi tipici dell’Amazzonia, con oltre 700 posti a sedere.

I parchi e le aree naturali

ALT = i parchi e le riserve naturali di Manaus

Una delle attrazioni principali di Manaus sono comunque i tanti parchi e le aree protette, destinate alla preservazione dell’enorme patrimonio naturalistico dell’Amazzonia, con corsi e visite per studenti, ricercatori e semplici visitatori.

Tra i tanti parchi della città ci sono il Parco Municipale di Mindu dove sono custodite alcune specie rare di piante e mammiferi, il Parco di Sumauma dedicato al turismo ecologico con una grandezza di 53 ettari, dove è possibile fare escursioni tra i tanti percorsi tracciati avvistando specie rare di scimmie e altri mammiferi.

Le spiagge più belle da vedere

Ovviamente Manaus non si trova sulla costa e non è bagnata dall’oceano, però vanta alcune bellissime spiagge fluviali grazie all’enorme Rio Negro che sembra quasi un mare sterminato.

La spiaggia più famosa di Manaus è sicuramente la Praia Ponta Negra, che grazie ad un progetto di riqualificazione urbana oggi a trasformato quest’area in uno dei migliori quartieri della città.

La spiaggia è molto naturale ma in zona sono presenti numerosi bar, ristoranti, gelaterie e splendidi parchi con belvedere rialzati. Si può anche fare il bagno ma è necessario prestare attenzione ai coccodrilli, rimanendo nelle aree segnalate e vigilate dai bagnini.

Uno spettacolo da non perdere è il tramonto che dalla spiaggia di Ponta Negra regala un panorama unico, molto romantico e perfetto per foto ricordo.

Un’altra spiaggia fluviale famosa di Manaus è la Praia Dourada, un pezzo di riva del Rio Negro dove è possibile affittare casette e godersi qualche giorno di natura semi-selvaggia.



Booking.com

Come visitare l’Amazzonia : itinerari di viaggio

Come abbiamo detto Manaus insieme a Belém rappresenta la porta d’ingresso per la Foresta amazzonica, accogliendo migliaia di turisti da tutto il mondo che arrivano in città per visitare il polmone verde del mondo.

A Manaus sono presenti moltissimi tour operator specializzati grandi e piccoli, ed in caso non abbiate già contrattato il vostro qui sicuramente avrete un’ampia scelta.

Ovviamente state attenti alla qualità delle agenzie e soprattutto alla sicurezza delle imbarcazioni e dei lodge, ossia delle sistemazioni in mezzo alla Foresta amazzonica per stare in contatto con la natura. Affidatevi soltanto a tour operator seri con uffici riconosciuti, che vi lascino tutte le ricevute e prevedano assicurazioni ed assistenza qualificata.

Esistono escursioni di tutti i tipi, dalle crociere che risalgono il Rio Negro ed il Rio delle Amazzoni fino a Belém, alle gite in barca di due o tre giorni con pernottamento nei lodge sulle rive dei fiumi, alle escursioni di pesca, alle escursioni con ritorno in giornata fino a quelle più complesse con trasporto in idrovolante e successivamente in barca.

La scelta dipende da tempo che avete a disposizione, il coraggio, l’organizzazione ed ovviamente la disponibilità economica, perché a Manaus non avete che l’imbarazzo della scelta, dalle escursioni notturne per avvistare gli alligatori, a quelle per i delfini rosa fino alle gite naturalistiche per trovare specie rare e le famose ninfee amazzoniche.

Naturalmente se non parlate portoghese è meglio prenotare le escursioni direttamente dall’Italia, attraverso i migliori tour operator che offrono pacchetti tutto compreso tranne i voli internazionali di andata e ritorno.

Quando andare : i periodi migliori per visitare la città

Il clima di Manaus è tipicamente equatoriale ma fortemente condizionato dalla presenza della Foresta amazzonica, con temperature che oscillano tra i 20 ed i 35 gradi di media tutto l’anno, con un’umidità sempre sopra l’80%.

Il problema maggiore a Manaus sono le precipitazioni che soprattutto da dicembre ad aprile sono molto abbondanti e frequenti, con circa 20 giorni al mese di pioggia.

Invece i mesi di luglio, agosto e settembre contano soltanto dai 6 agli 8 giorni di pioggia al mese, rendendoli il periodo ideale per visitare Manaus e per le escursioni nella Foresta.

Scopri le recensioni dei migliori hotel di Manaus!

Consigli utili per viaggiare sicuri

Per viaggiare all’interno della Foresta amazzonica è necessario essere preparati ed organizzati, soprattutto per quanto riguarda gli indumenti ed alcuni oggetti importanti.

Ricordatevi di coprirvi adeguatamente nonostante il caldo a causa delle zanzare, che portano malattie come la febbre gialla, la dengue e la malaria. Sono ottimi per questo scopo i materiali tecnici traspiranti, che devono coprire sia le gambe che le braccia anche di notte.

Usate repellenti e spray contro le punture delle zanzare ed in caso di necessità il cortisone. Portatevi una zanzariera di emergenza in caso troviate sul posto teli vecchi o bucati, ed anche un telo o sacco per dormire che vi terrà al riparo da insetti ed altri animaletti fastidiosi.

Vi consiglio anche una torcia da collocare in testa, un dizionario di portoghese e qualche medicinale antiallergico o antinfiammatorio.

Come raggiungere Manaus

Per arrivare a Manaus è necessario prendere un volo interno tramite una delle compagnie brasiliane come la Gol, la Azul o la Latam. Esistono collegamenti giornalieri tra l’aeroporto di Manaus, Internacional Eduardo Gomes, e le principali città del Brasile come Rio de Janeiro, San Paolo, Recife, Belem, Porto Alegre, Salvador, etc…

Un’alternativa se vi trovate a Belém sono le navi che passano per il Rio delle Amazzoni, che in 5-7 giorni raggiungono Manaus regalandovi una fantastica escursione all’interno della Foresta amazzonica.

Non ci sono molte strade che collegano Manaus con le altre città del Brasile, e la maggior parte di esse sono destinate al commercio ed ai trasporti pesanti.

Conclusioni

Manaus è una città di contrasti, divisa tra la natura selvaggia della Foresta amazzonica ed il recente sviluppo industriale, dove modernità e tradizioni ancestrali convivono quotidianamente.

Si tratta di un altro Brasile rispetto a quello da cartolina delle spiagge dorate del Nord Est o al divertimento di Rio de Janeiro, un Brasile dove è possibile riscoprire i ritmi e la bellezza della natura e delle piccole cose.

Visitare Manaus secondo me è una tappa d’obbligo per quanti vogliono conoscere il Brasile ma che ha bisogno di organizzazione e di rispetto, sia per la natura delicata del luogo che per le tradizioni indigene e la storia della città.



Booking.com

Approfondimenti e collegamenti

Alla scoperta dell’Amazzonia : come visitarla in sicurezza

Le destinazioni più ricercate del Nord Est del Brasile

Come organizzare il proprio viaggio in Brasile

Viaggiare sicuri : le indicazioni della Farnesina

Trova i voli più economici per le tue vacanze