Viaggiare in Brasile scoprendo la bellezza della Foresta Amazzonica

Quando si pensa ai viaggi in Brasile la scelta è tra le grandi città turistiche della costa Sud come Rio de Janeiro, le spiagge del Nord Est come Salvador de Bahia, Natal o Fortaleza ed il polmone verde del mondo intero, l’Amazzonia.

L’area dell’Amazzonia o più comunemente della Foresta amazzonica brasiliana è sterminata, grande quasi come metà del territorio del Brasile, circa 7 milioni di Km² di cui quasi 5 di fitta foresta tropicale selvaggia.

Oltre a gran parte del Brasile, la Foresta amazzonica occupa una parte del territorio degli stati confinanti, come il Venezuela, la Colombia, il Perù, l’Ecuador e la Bolivia, ma quasi il 70% si trova in Brasile.

Viaggiare nella Foresta amazzonica non è semplice ed occorre affidarsi a tour operator seri e specializzati in questi tipi di viaggi, che offrono guide locali ufficiali, servizi di assistenza, assicurazioni, kit di viaggio e si occupano di tutti i dettagli del viaggio come spostamenti interni e pernottamenti in strutture sicure.

Scopri come :

La foresta Amazzonica : alla scoperta del Brasile selvaggio


L’Amazzonia è un territorio sterminato grande quasi come l’Europa, situato nel cuore del Sudamerica e che si sviluppa principalmente in Brasile.

Le due porte d’ingresso alla Foresta amazzonica sono le città di Belem e Manaus, una situata a Nord mentre l’altra a Sud della regione amazzonica, entrambe raggiungibili con numerosi voli interni dalle principali città brasiliane come Rio de Janeiro, San Paolo, Salvador, Brasilia, Porto Alegre, etc…

Si tratta del più grande ecosistema del mondo con una biodiversità unica, composta da oltre 2,5 milioni di specie di insetti, 40.000 specie di piante, oltre 2.000 di pesci, quasi 400 di rettili e 1300 di uccelli e ben oltre 400 specie di mammiferi.

ALT = visitare l'Amazzonia, gli indios del BrasileNonostante i tanti programmi di protezione sia da parte delle istituzioni brasiliane che internazionali, la Foresta amazzonica è minacciata da numerosi problemi come la deforestazione, l’impoverimento del suolo, l’allevamento e l’agricoltura intensiva delle grandi fazendas della regione.

Purtroppo si tratta di un territorio talmente vasto che si fatica a controllarlo per intero, con la conseguenza che spesso le imprese della zona ne approfittano per allargare i propri confini a scapito della preservazione della Foresta stessa e della sua biodiversità così fragile.

Oggi le ultime comunità indigene della Foresta amazzonica sono confinate in alcune aree e continuamente minacciate dalla deforestazione e dallo sfruttamento del suolo, soprattutto dopo la scoperta che questo sia ricco di importanti minerali preziosi.

Le ultime tribù della regione come quelle dei Tupi, dei Cariban o dei Arawak vivono in perfetta sintonia con la Foresta amazzonica, essendosi adattati in millenni a prendere semplicemente quello che serve loro per vivere e nulla più.

Tra le bellezze naturalistiche della Foresta amazzonica c’è ovviamente il Rio della Amazzoni, un fiume immenso lungo oltre 6.000 chilometri con oltre 1.000 affluenti, tra cui l’enorme Rio Negro ed il Rio Japurá.

Come organizzare il proprio viaggio in Amazzonia

Per visitare l’Amazzonia è necessario affidarsi a tour operator specializzati in questo tipo di viaggi, oppure organizzare al meglio la propria escursione da soli ma programmando tutto al minimo dettaglio.

Le porte d’ingresso alla Foresta amazzonica sono principalmente due, le città di Belem e di Manaus, che potrete raggiungere con un normale volo interno della Gol, Azul o Latam, le tre compagnie aeree brasiliane.

ALT = visitare la foresta amazzonica, consigli e suggerimentiPer visitare l’Amazzonia potete scegliere due soluzioni, o una sistemazione all’interno dei lodge, cioè delle sistemazioni all’interno della Foresta per stare in contatto con la natura ma con un minimo di comodità, o le gite in nave lungo il Rio delle Amazzoni.

Si tratta di due modi molto differenti per visitare l’Amazzonia ma altrettanto emozionanti. Con i lodge starete più a contatto con la natura ma con tutti gli inconvenienti del caso, come insetti, sistemazioni non proprio in un 4 stelle con piscina, assenza di luce dopo le 21-22 di sera, spostamenti via barchino o idrovolante, etc…

Con la nave invece è vero che starete più distanti dalla natura ma potrete visitare molti luoghi in più risalendo parecchio il fiume, partendo direttamente dalla città e tornando in due o tre giorni senza problema.

I migliori tour operator per i viaggi nella Foresta Amazzonica : prezzi ed offerte

Tra i migliori tour operator che si occupano dei viaggi in Amazzonia ci sono grandi nome del settore, come ad esempio Evaneos che offre tour nella foresta della durata di 14 giorni, con un costo di circa 2.000€ e date opzionabili a piacimento.

L’itinerario di viaggio è diviso tra le visite alle città dell’Amazzonia come Belem e Manaus, le gite in barca ed in canoa, visite alla spiagge più belle e contatti con la biosfera amazzonica.

Il prezzo esclude i voli internazionali e nazionali per gli spostamenti interni e da e per il Brasile, gli ingressi e le visite guidate ed i pasti extra. Invece sono compresi tutti i pernottamenti, i trasferimenti in barca, pullman o fuoristrada, le guide e gli accompagnanti di lingua italiana, i pranzi, l’assistenza e l’assicurazione di viaggio.

Vedi nei dettagli l’offerta di Evaneos per i tour in Amazzonia.

Altro tour operator che propone visite guidate organizzate dell’Amazzonia è Viaggi dell’Elefante, che offre un tour completo del Brasile a soli 1980€ a persona della durata di 12 giorni, per gruppi minimi di due persone e con date prefissate.

Il pacchetto comprende le guide, i pranzi, gli spostamenti via nave o terrestri ed i pernottamenti, mentre sono esclusi i voli internazionali da e per il Brasile ed i voli interni per le cascate di Iguazu, Manuas e Salvador.

L’itinerario di viaggio parte da una visita organizzata di Rio de Janeiro di tre giorni, con tour per i principali punti d’interesse come il Cristo Redentor ed il Pan di Zucchero la mattina e pomeriggio libero, per poi proseguire con du giorni dedicati alla visita delle bellissime cascate di Iguazu.

Il tour prosegue con la visita di Manaus e dell’Amazzonia per 3 giorni, per poi spostarsi a Salvador de Bahia nel Nord Est del Brasile fino alla conclusione del viaggio.

Per maggiori informazioni su costi e programma visita il sito ufficiale dei Viaggi dell’Elefante.

Un altro tour operator che offre visite guidate del Brasile ed in particolare dell’Amazzonia è Viaggi Arcobaleno che propone un’interessante offerta, tour del Brasile e dell’Amazzonia al prezzo di 2635€ a persona con sistemazione in camera matrimoniale, o 3190€ per i viaggiatori solitari.

Nel prezzo però sono compresi i voli internazionali da Milano Malpensa a Rio de Janeiro di andata e ritorno e tutti i voli interni, oltre ai pernottamenti in hotel 4 stelle con pensione completa, gli spostamenti in barca o pullman, le guide in italiano, le visite guidate e l’assicurazione medica.

Il tour proposto dura 13 giorni, con quattro giorni dedicati alla visita di Rio de Janeiro con visite ai principali luoghi d’interesse della città, Brasilia la capitale, 3 giorni di visite alla foresta amazzonica ed a Manaus per poi finire con gli ultimi giorni a Salvador de Bahia nelle fantastiche spiagge del Nord Est del Brasile.

Per maggiori informazioni e per leggere il programma e le offerte in formato pdf visita il sito dei Viaggi Arcobaleno.

momondo: voli e hotel al miglior prezzo

Come viaggiare sicuri 

Se avete intenzione di viaggiare nell’Amazzonia è necessario che seguiate alcuni consigli ed indicazioni legati alla sicurezza, sia che viaggiate con un tour operator che soprattutto viaggiando da soli.

Prima di tutto è bene ricordare che sottoscrivere un’assicurazione di viaggio è sempre un’ottima idea, soprattutto in un paese come il Brasile dove la sanità è privata e le cure mediche gratuite non vanno più in là del primo soccorso.

Poi è necessario proteggersi soprattutto dalle punture delle zanzare che oltre a portare numerose malattie anche gravi, come la febbre gialla, la dengue e la malaria, possono causare shock allergici anche gravi.

Proprio per questo è necessario portarsi spray, repellenti e indispensabile il buon vecchio cortisone per ogni evenienza, oltre ovviamente ad un abbigliamento adatto.

Nella foresta amazzonica è necessario coprirsi con intelligenza nonostante ci sia sempre un caldo molto umido, usando indumenti tecnici traspiranti ma che coprano sia le gambe che le braccia, stando ben attenti a rimanere coperti anche la notte.

Per dormire potete usare le classiche zanzariere ma sarebbe meglio portarsi dietro le proprie, visto che a volte quelle presenti nelle strutture sono vecchie e bucherellate. Inoltre potrebbe essere utile un sacco per dormire tanto per stare più sicuri, oltre ad un torcia per andare in bagno qualora si trovi fuori dalla camera ed abbiate un’urgenza notturna.



Booking.com

Come vedete viaggiare nella Foresta amazzonica non è una passeggiata ed anche con i viaggi organizzati è necessario prepararsi adeguatamente e mettere le cose giuste in valigia.

Inoltre ricordatevi che state per andare nella foresta quindi non ci saranno molte comodità né lussi, sarà pieno di insetti, farà molto caldo, le sistemazioni saranno modeste ed il cibo semplice. Ma fidatevi, si tratta di un’esperienza unica e visitare questi splendidi luoghi non ha prezzo.

Per ultimo un consiglio sulle vaccinazioni. In Brasile ed in Amazzonia non esistono vaccinazioni obbligatorie ma personalmente consiglio almeno quella contro la febbre gialla.

Ultimamente il Brasile sta vivendo una nuova ondata di casi e le istituzioni hanno avviato una massiccia campagna di vaccinazioni, soprattutto in zone come l’Amazzonia, le zone costiere e le comunità rurali dell’interland brasiliano.

Quindi oltre a premunirvi contro le punture di insetti e zanzare vi consiglio il vaccino contro la febbre gialla, un vaccino che può essere somministrato a tutte le età e vale per tutta la vita, ovviamente parlandone preventivamente con il vostro medico di fiducia.

Repellenti anti-zanzare e zanzariere : il kit del turista in Amazzonia

Zanzariera portatile Storeingross, 170×220 cm, 17,74€

Zanzariera da campeggio ultraleggera, Dimples Excel, 16,99€

Autan Tropical repellente anti-zanzare, 100 ml, 6,43€

Braccialetti anti-zanzare impermeabili naturali per polso e caviglia, 5 pezzi, 14,99€

Crema solare con repellente anti-zanzare, 100 ml, 21€

Come pescare nell’Amazzonia brasiliana : consigli per gli appassionati

Il Brasile ed in particolare l’Amazzonia sono rinomate nel mondo anche per la pesca sportiva, un vero e proprio paese dei balocchi per gli appassionati del settore grazie ai tantissimi fiumi della regione.

Basti pensare che oltre al Rio delle Amazzoni che corre per migliaia di chilometri, nella Foresta amazzonica sono presenti centinaia e centinaia di ottimi fiumi adatti alla pesca, come il Rio Negro ed il Rio Solimoes.

ALT = come e dove pescare in Amazzonia, BrasilePer pescare nella Foresta amazzonica esistono principalmente due alternative, o trovare una sistemazione a Manaus o in un lodge e fare ogni giorno due o tre di viaggio in barca per raggiungere le zone migliori, o servirsi di navi apposite munite di barche da pesca che fanno il giro della regione.

Le tecniche di pesca più usate in Amazzonia sono la pesca a mosca, lo spinning pesante e la pesca a fondo per catturare i grandi pesci come il pesce gatto, mentre le canne migliori sono quelle medio pesanti.

Comunque se avete intenzione di andare in Amazzonia per pescare procuratevi prima tutto il necessario, visto che qui difficilmente troverete quello che vi serve e ricambi adatti. Inoltre preparatevi adeguatamente per stare 10-12 ore a pescare con un caldo afoso micidiale, con un’umidità sempre sopra all’80%.

Per viaggiare sicuri in Amazzonia inoltre effettuate tutte le vaccinazioni del caso, come quella contro la febbre gialla, l’epatite A ed il tifo, mentre la profilassi antimalarica la lascerei stare per il momento.

Amazzonia di James Rollins, traduzione di A. Molinari

Il libro più venduto del mondo sull’Amazzonia.

Quali sono i periodi migliori per viaggiare

L’Amazzonia è una regione molto vasta, quasi la metà del territorio brasiliano, ed al suon interno esistono differenze climatiche importanti. Ciononostante è possibile indicare un clima generale di caldo umido equatoriale, con un’umidità superiore all’80% e temperature percepite molto elevate.

Le temperature variano molto tra la parte meridionale dell’Amazzonia dove si riscontrano medie di 28-30° e della parte occidentale, dove le temperature possono arrivare fino ai 40 e più gradi.

L’amazonia è caratterizzata da forti piogge quasi tutto l’anno, anche se i mesi maggiormente piovosi sono quelli tra dicembre e maggio, quindi durante l’estate brasiliana, dove si registrano alte temperature ed un clima caldo afoso.

Per visitare l’Amazzonia io vi consiglio i mesi che vanno da luglio a settembre, cioè quelli meno piovosi e meno caldi, durante i quali è sicuramente meno difficile viaggiare nella Foresta amazzonica e spostarsi da una parte all’altra.

Inoltre avrete meno problemi con le zanzare, il caldo afoso e le piene dei tantissimi fiumi della regione.

Un naturalista in Amazzonia. Di Walter Bates, traduzione di F. Gabbanini

Un viaggio tra animali, indios e cultura lungo undici anni.

Conclusioni

Viaggiare nella Foresta amazzonica del Brasile è un’esperienza unica ed indimenticabile, una vacanza differente dalle solite in grado di regalarvi sensazioni uniche e di ristabilire un contatto primordiale con la natura.

Si tratta di un viaggio complesso per il quale è necessario pianificare tutto con cura e possibilmente affidarsi a professionisti del settore, a meno che non conosciate bene questi luoghi e parliate il portoghese.

Il mio consiglio è di affidarvi a tour operator di qualità, portarvi tutto l’occorrente necessario come repellenti, zanzariere, sacchi per dormire, torce, medicine di base ed indumenti ini grado di coprirvi permettendo la traspirazione.

Sottoscrivete sempre un’assicurazione di viaggio che comprenda le cure mediche, scegliete



Booking.com

Approfondimenti e collegamenti

Clima e condizioni meteo : i consigli della Farnesina

Guida alle vaccinazioni e alle profilassi del Ministero della Salute

Scopri Manaus, la porta verso la Foresta Amazzonica!

Belém : l’entrata Nord dell’Amazzonia

Voli economici per il Brasile