Le Cascate di Iguazu

Le cascate di Iguazú sono indiscutibilmente uno degli spettacoli della natura più impressionanti del mondo. Situate nel cuore del Sud America, giunzione geologica tra Brasile e Argentina, le cascate di Iguazú possono essere raggiunte lato brasiliano dalla città di Foz de Iguazú, nello Stato di Paraná. Le cascate di Iguazú sono inserite in una zona naturale protetta, il Parco Nazionale di Iguazú, una delle 7 meraviglia del mondo che oggi andremo a scoprire insieme. Vediamo allora come e cosa visitare, ma anche cosa fare, alle cascate di Iguazú.

728x90_Viaggi_Always On

Sorvola le Cascate di Iguazú, grazie a questo splendido video di Oneworldvideo!

Caratteristiche delle cascate di Iguazú

Le cascate di Iguazú sono una formazione geologica composta da oltre 275 cascate, situate ad altezze e livelli differenti alcune delle quali raggiungono la ragguardevole altezza di 75 metri. Si estendono su una superficie di 2,8 chilometri, lungo il cammino del fiume le Iguazú, una importante arteria fluviale sudamericana.

Le cascate si trovano al confine tra il Brasile e l’Argentina, infatti possono essere raggiunte tanto lato brasiliano da Foz de Iguazú quanto lato argentino da Puerto de Iguazú. Le cascate di Iguazú sono inserite all’interno di un’area naturalistica protetta, il Parco Nazionale dell’Iguazú, Parque Nacional de Iguaçú in Brasile istituito nel 1986 e il Parque Nacional Iguazu in Argentina nel 1984.

Il nome deriva da due parole utilizzate dagli indios locali, guaraní che significa “acque” e guasu che invece vuol dire “grandi”, quindi grandi acque. Infatti una leggenda del luogo narra che un antico dio volesse sposare una giovane ragazza, Naipù, che invece non ne voleva sapere e alla fine scappò con un suo amante. Il dio allora infuriato modificò il corso del fiume e creò le cascate, trasformando la giovane Naipú in un roccia, mentre il suo giovane amante in un albero dalla parte opposta delle cascate.

Cosa vedere alle Cascate di Iguazú

Una volta arrivati alle cascate di Iguazú una delle attrazioni naturali più belle da vedere è la Garganta do Diablo, la gola del diavolo situata sul lato argentino. Si tratta di una gola profonda ben 160 metri e larga oltre 700 metri, un vero e proprio spettacolo della natura, che separa con oltre 2 milioni di metri cubi di acqua al secondo il Brasile e l’Argentina. Dal lato brasiliano si trova il punto di osservazione migliore per ammirare la Garganta do Diablo.

Non mancano le cascate minori, distribuite su entrambi i lati e inserite all’interno di circuiti visitabili, come le cascate Chico, Ramirez, Dos Hermanas in argentina, le cascate Deodoro, Floriano e Benjamin Constant in Brasile. Da vedere assolutamente il Salto San Martin, una escursione che porta al di sotto dell’acqua della cascata, un ambiente magico in grado di regalare un’emozione unica, sia per gli adulti che per i più piccini.

Se siete degli amanti delle grandi costruzioni ingegneristiche allora vi consiglio una visita alla centrale idroelettrica di Itaipu, considerata ancora oggi una delle più grandi del mondo. Oltre ad ammirare questo spettacolo dell’ingegneria, è possibile visitare la centrale idroelettrica, sia tramite una visita panoramica esterna che una più tecnica all’interno. Per chi volesse approfondire e mastica un po’ di portoghese, questo è il sto ufficiale del turismo di Itaipu.



Booking.com

Cosa fare alle Cascate di Iguazú

Le attività e le escursioni da fare alle Cascate di Iguazú sono veramente tante. Ovviamente bisogna rivolgersi a tour specializzati e agenzie di viaggio, seguendo uno dei percorsi disponibili e approfittandone per fare alcune delle attività proposte. Per esempio si possono seguire i sentieri che portano i turisti all’interno del Parco Nazionale di Iguazú, sono tutti ben segnalati e provvisti di comode passerelle, il cammino è faticoso ma è impossibile perdersi.

Una delle passerelle più emozionanti è proprio quella che passa nella Garganta do Diablo, un cammino che porta vicinissimo all’acqua tanto che sembra di riuscire a toccarla. Altre attività oltre alle escursioni a piedi all’interno delle cascate di Iguazú sono i giri in battello. Molte agenzie organizzano escursioni in nave o in gommone nella acque del fiume Iguazú, le quali passano direttamente sotto le cascate per la gioia dei turisti e soprattutto dei bambini.

Escursioni al Parco das Aves

Prima di visitare le cascate di Iguazú e il relativo parco consiglio di vedere il bellissimo Parque das Aves, una zona protetta dove osservare tantissime specie di uccelli veramente rare e uniche. Il giro del parco dura al massimo una ora e mezza e vale veramente la pena. La maggior parte delle specie ospitate nel Parque das Alves sono oggetto di studi di conservazione e protezione ambientale e faunistica, sforzi che meritano di essere sostenuti e apprezzati con passione e partecipazione. Inoltre la zona è veramente incantevole e permette di scattare delle fotografie uniche, un ottimo modo per ricordarsi del proprio viaggio in Brasile.

Parco Nazionale di Iguazú

Le cascate di Iguazú sono inserite in una riserva naturale protetta, il Parco Nazionale di Iguazú, creato nel 1939. L’entrata al parco si trova nei pressi di Foz de Iguazú e l’accesso è consentito dalle ore 9 alle 17, tutti i giorni della settimana. La maggior parte delle strutture alberghiere della zona offrono servizi di transfer per il parco, oppure è possibile prendere un autobus locale o un taxi privato. Il biglietto di entrata al Parco Nazionale di Iguazú può essere acquistato online, oppure direttamente alla biglietteria ma soprattutto nei weekend bisogna fare una lunga fila. Il prezzo dei biglietti è:

  • 16€ adulti
  • 2,5€ bambini al di sotto dei 12 anni

L’entrata comprende l’ingresso al parco, il trasporto gratuito fino alla zona delle cascate e una quota minima, circa 5%, di contribuzione al mantenimento delle strutture e della biodiversità della zona. Tra le attività da svolgere dentro al parco ci sono il rafting, le passeggiate in bicicletta, le escursioni in barca, gli avvistamenti della fauna selvatica e la conoscenza delle specie arboricole locali, da soli o con una guida del posto.

Escursioni dentro al Parco Nazionale di Iguazú

ALT = cascate Iguazu, escursioni e gite in barca

Una volta dentro al Parco Nazionale di Iguazú è possibile muoversi verso le cascate attraverso due sentieri, la Trilha do Poço Preto oppure la Trilha das Bananeiras. Il primo cammino della Trilha do Poço Preto è un safari ecologico lungo 9 Km, che può essere percorso a piedi, in bici oppure sui carretti elettrici. Inoltre è possibile richiedere all’entrata l’accompagnamento di una guida bilingue, ovviamente previa disponibilità. Questo percorso inizia con una passerella sospesa a 320 metri d’altezza, passando per sentieri che entrano nel cuore del parco dai quali si possono avvistare moltissime specie di fauna e flora locali.

Molto suggestiva è la fermata in un punto panoramico, dal quale godere di un’ottima vista sul parco e sulle cascate. In seguito si prosegue a bordo di un battello, che risale il Rio Iguazú. Qui è anche possibile approfittare della possibilità di due attività molto divertenti, immersioni in snorkeling oppure piccole escursioni in dune-buggy. La durata della Trilha do Poço Preto è di circa 4 ore, con partenze alle 9,30, 12 e 14. Al tramonto si possono avvistare gruppi numerosi di splendidi pappagalli, che risalgono il sentiero per la felicità dei bambini.

La Trilha das Bananeiras invece dura circa 2 ore e mezza, con partenze alle 10,30, 13 e 15. Il percorso è meno impegnativo e lungo soltanto 1,5 Km, percorribile a piedi o sempre su mezzi elettrici. Anche qui è possibile conoscere la flora del luogo e scorgere alcuni esemplari rari di fauna selvatica, ma anche fermarsi in alcuni laghetti nascosti veramente belli e suggestivi. Sono previste piccole tratte in battello lungo il Rio Iguazú e una fermata alla Lagoa do Jacaré, per avvistare qualche esemplare di coccodrillo locale.

Escursioni alle cascate di Iguazú

Oltre alle escursioni che permettono di visitare il bellissimo Parco Nazionale di Iguazú, vediamo ora come visitare le cascate di Iguazú e quali sono le attività da svolgere e i percorsi da seguire. Una delle gite più apprezzate dai turisti è il Macuco Safari, un percorso da fare in parte su un mezzo elettrico in parte a piedi, che porta fino alla famosa cascata di Salto do Macuco. La parte finale del Macuco Safari prevede la salita in battello fino alle cascate, un giro in barca dove ci si bagna parecchio, ma in grado di regalare un’esperienza e una prospettiva uniche sulle cascate di Iguazú lato brasiliano.

L’altra escursione che permette di visitare le cascate di Iguazú è la Trilha das Cataratas, una passerella incredile che porta esattamente al centro delle cascate, in prossimità della famosa Garganta do Diablo. Al termine della passeggiata, ovviamente dopo aver scattato un milione di foto!, ci si ritrova all’Espaço Porto Canoas. Si tratta di una zona attrezzata dove rilassarsi e fermarsi per mangiare qualcosa, approfittando dei bar e dei ristoranti presenti con una splendida vista delle cascate.

Sorvoli delle cascate in elicottero

Volendo spendere un po’ di più e provare emozioni forti ci sono sempre i giri in elicottero, disponibili sia con partenza dal lato argentino che dal lato brasiliano delle cascate. I costi variano in base alla società e al paese. Per esempio la compagnia Viator offre giri in elicottero delle cascate di Iguazú, con partenza dall’Argentina a Puerto de Iguazu.

Il giro dura circa 10 minuti e costa 253€ a persona, ma comprende anche il servizio di transfer dal proprio hotel e una guida professionista. In Brasile il servizio è molto più economico, infatti potete trovare voli in elicottero con la compagnia Helisul, che effettua questi voli panoramici da oltre 45 anni. Il costo è a partire da 70€ circa a persona, con prelievo nel proprio hotel purché situato all’interno della zona delle cascate.

Quando andare: periodo migliore per visitare le Cascate di Iguazú

Nonostante l’inverno alle cascate di Iguazú non esista, è importante scegliere attentamente il periodo migliore per visitare questo luogo meraviglioso. Infatti in base alla stagione le cascate si presentano in una maniera differente, soprattutto in relazione alla portata dell’acqua. L’intensità e la potenza sono massime in estate, quindi da dicembre a inizio marzo, mentre in inverno da giugno a settembre è possibile ammirare soprattutto il panorama roccioso, che invece nei estivi rimane quasi completamente nascosto.

Nei mesi invernali (giugno, luglio e agosto) le temperature si aggirano intorno ai 20 gradi, ma in compenso non piove quasi mai. Invece in estate (dicembre, gennaio e febbraio) le temperature superano sempre i 25 gradi, ma è molto frequente prendere le classiche piogge estive. Per scegliere quando andare alle cascate di Iguazú è possibile tenere presenti queste informazioni, infine è utile sapere che probabilmente le stagioni intermedie, quindi ottobre, novembre, aprile e maggio, offrono il miglior rapporto possibile tra piogge e temperature.

Come arrivare: raggiungere le Cascate di Iguazú

Le cascate di Iguazú e il Parco Nazionale possono essere raggiunti da diverse località, sia dal lato brasiliano che da quello argentino. In Brasile il luogo di appoggio per le cascate è Foz de Iguazú, una città servita da un aeroporto quindi raggiungibile in aereo dalle altre città brasiliane. L’aeroporto di Foz de Iguazú(IGU) è collegato con le principali destinazioni del Brasile come Rio de Janeiro, San Paolo, Brasilia, Salvador de Bahia, Porto Alegre e Fortaleza.

In alternativa è possibile prendere un pullman dalle città di San Paolo, Brasilia e Rio de Janeiro, ma il viaggio è estremamente lungo e impegnativo. Questi sono alcuni prezzi indicativi e la durata delle tratte:

  • Brasilia – Foz de Iguazú, 80€ e 27 ore di viaggio
  • San Paolo – Foz de Iguazú, 60€ e 15 ore di viaggio
  • Rio de Janeiro – Foz de Iguazú, 90€ e 22 ore di viaggio

In Argentina invece la città più vicina è Puerto Iguazú, nelle cui vicinanze si trova l’aeroporto di Cataratas del Iguazú(IGR). L’aeroporto è raggiunto quotidianamente da voli nazionali e dai vicini paesi del Sud America, quindi si può arrivare da destinazioni come Buenos Aires, ma anche da Rio de Janeiro e dalle altre località del Brasile oppure del Paraguay, facendo scalo quasi sempre nella capitale argentina.

Puerto Iguazú può essere raggiunta facilmente invece da chi si trova già a Foz de Iguazú, quindi sul lato brasiliano. Basta prendere un autobus che in circa 40 minuti vi porterà nella cittadina argentina, con un costo di poco meno di 2€. Però vi sconsiglio questo mezzo, molto meglio i bus turistici e privati, che con poco più vi offriranno un servizio decisamente più elevato, oppure un taxi per circa 20€, ma il prezzo va sempre concordato sul momento.

momondo: voli e hotel al miglior prezzo

Cosa portare per visitare le cascate di Iguazú

Quando si visitano le cascate di Iguazú bisogna essere preparati e attrezzati, infatti non è un’escursione da affrontare alla leggera come qualsiasi altra. Per recarsi alle cascate bisogna mettere in valigia:

  • spray antizanzare
  • occhiali da sole
  • impermeabile
  • crema solare
  • custodie impermeabili per smartphone e fotocamera
  • cambio asciutto

Prima di tutto vi servirà dello spray antizanzare, visto l’ambiente sub-tropicale caldo umido le zanzare sono piuttosto abbondanti, quindi preparatevi perché vi attaccheranno in massa. Per evitare problemi e fastidi vi consiglio uno spray repellente antizanzare multiuso, da spruzzare anche sopra i vestiti ma soprattutto che sia a prova di acqua!

Oltre allo spray non scordatevi un bel paio di occhiali da sole, magari non i migliori che avete visto l’ambiente umido, una bella crema solare, qui il sole picchia sempre molto forte, anche attraverso i vestiti quindi utilizzate la crema e spalmatela almeno due ore prima di arrivare alle cascate di Iguazú. Essenziali sono un impermeabile, la potenza dell’acqua rende l’ambiente super umido, tanto che sembra piovere anche quando ci si trova a grande distanza dalle cascate, le custodie impermeabili per smartphone e fotocamera, altrimenti non dureranno molto qui, e infine un bel cambio sciutto per il rientro.

Ah, ovviamente indossate scarpe comode e possibilmente di un materiale che respinga l’acqua, altrimenti rimarrete con i piedi bagnati tutto il giorno!


Dove dormire: i migliori hotel vicino le cascate di Iguazú

La migliore sistemazione possibile per visitare le cascate di Iguazú è a Foz de Iguazú, la città più vicina e la più attrezzata per ricevere i turisti, dove tra l’altro si trova l’aeroporto nazionale. La zona migliore rimane quella del centro, bel localizzata in prossimità di negozi e ristoranti. Un’altra zona ottima per cercare il  proprio hotel a Iguazú è quella dell’Avenida das Cataratas, ma rimane leggermente più lontana dalle attrazioni turistiche, quindi bisogna prendere pullman e taxi  per spostarsi.

Hotel 5 stelle Foz de Iguazú

Wish Foz de Iguaçú BY GJP – da 149€ a notte


Booking.com


Bourbon Cataratas Convention & Spa Resort – da 138€ a notte


Booking.com


Recanto Cataratas, Resort & Convention – da 107€ a notte


Booking.com

Hotel 4 stelle Foz de Iguazú

Nadai Comfort Hotel & Spa – da 69€ a notte


Booking.com


Bella Italia Hotel & Eventos – da 64€ a notte


Booking.com


Wyndham Golden Foz Suites – da 63€ a notte


Booking.com


Foz President Comfort Hotel – da 63€ a notte


Booking.com


San Juan Eco Hotel – da 51€ a notte


Booking.com

Hotel 3 stelle Foz de Iguazú

Bogari Hotel – da 53€ a notte


Booking.com


Pietro Angela Hotel – da 48€ a notte


Booking.com


Del Rey Hotel – da 44€ a notte


Booking.com


San Juan Tour Foz – da 42€ a notte


Booking.com


CLH Suites Foz de Iguazú – da 39€ a notte


Booking.com


Hotel Rouver – da 35€ a notte


Booking.com




Booking.com

Collegamenti e approfondimenti

Turismo di Itaipu: visite alla centrale idroelettrica

Viator: sorvoli in elicottero cascate da Puerto Iguazu

Helisul: sorvoli in elicottero lato brasiliano

GIFT Brand 500x500

Related Posts

About The Author

Add Comment