Rio de Janeiro, Brasile. Guida turistica

 

Guida completa 2017-2018 di Rio de Janeiro, Brasile

Alla scoperta della cidade maravilhosa:

I quartieri della città

ALT = Rio de Janeiro, Brasile, guida completa della città

Rio de Janiero è una città enorme e molto complessa, la seconda metropoli del Brasile dopo San Paolo, con oltre 6 milioni di abitanti e una struttura urbana sviluppata a macchia d’olio.

Come molte città del Brasile Rio de Janeiro è ricca di contraddizioni, con la presenza di una classe agiata milionaria che vive in un modo del tutto differente dal resto della popolazione, una vasta classe media e moltissime persone che vivono in situazione di povertà, principalmente circoscritte alle famose favelas.

Quello che colpisce subito di Rio de Janeiro è la confusione architettonica della città, con quartieri poveri e fatiscenti che si alternano ad aree urbane meravigliose immerse nel verde, ad altre piene di grattacieli ed uffici.

Principalmente la città di Rio può essere suddivisa in 5 zone principali, il Centro con i suoi uffici e i musei, la zona di Copacabana, Leblon e Ipanema con le loro famosissime spiagge e gli hotel che fanno da sfondo, la zona di Botafogo con i ristoranti, i bar e i locali con la musica dal vivo, Flamengo zona residenziale e vero gioiello di Rio, un quartiere completamente immerso nel verde e la zona Nord con il famoso stadio di Maracanã ed il Sambodromo.

Il Centro è il fulcro lavorativo e storico di Rio, con gli uffici e le sedi delle società più importanti, da visitare preferibilmente durante la settimana mentre il sabato e la domenica si svuota a causa della chiusura degli uffici e diventando un po’ più pericoloso per i turisti.

Qui si trovano tantissimi musei molto interessanti come il Museo Storico Nazionale, il Museo Nazionale delle Belle Arti, il Museo del Domani o il Museo del Carnevale.

Le zone maggiormente turistiche sono quelle della zona Sud, come Copacabana, Lebon ed Ipanema, dove sono concentrati la maggior parte degli hotel e dei ristoranti, una delle zone più tranquille della città vista l’alta concentrazione di stranieri e persone benestanti.

Trova i voli più economici per Rio de Janeiro con Skyscanner!

Cosa vedere : le spiagge più belle

Ovviamente i luoghi più famosi della città sono le famose spiagge di Copacabana e Ipanema, caratterizzate dal tipico paesaggio da cartolina con l’oceano da una parte e i grattacieli degli hotel dall’altra. Le due spiagge si trovano una attaccata all’altra nella zona Sud della città, quella più ricca e tranquilla, separate dal famoso Forte di Copacabana, dove troverete la colazione migliore e più chic di Rio de Janeiro.

ALT = recensioni hotel rio de janeiro

Copacabana è la spiaggia più famosa al mondo e anche quella con più gente e confusione, ideale per gruppi di amici, giovani coppie o famiglie che vogliono divertirsi. Qui troverete tantissimi chioschi per gustare un’acqua di cocco gelata o un succo di acaì, campi da beach e beach-soccer e noleggi di sdraio e lettini.

Se invece state cercando un po’ di privacy e tranquillità optate per la spiaggia di Ipanema, molto frequentata dai brasiliani e meno dai turisti che invece si riversano in massa a Copacabana. Anche qui troverete alcuni chioschi ma in numero minore. Ideale per coppie e famiglie che vogliono relax e spazio.

Infine continuando a seguire il lungomare di Rio si arriva a Leblon, la spiaggia più nascosta e appartata della zona Sud. La spiaggia di Leblon è molto romantica soprattutto al tramonto, perfetta per delle belle passeggiate o per passare una giornata contemplando la bellezza dell’oceano.

A circa mezz’ora dalla zona Sud di Rio de Janeiro c’è la spiaggia di Barra, lontana dal centro della città ma sicuramente molto più vivibile e apprezzabile. Questo tratto di costa è lungo diversi chilometri e regala degli scenari naturalistici molto differenti da Copacabana e Ipanema.

Sinceramente adoro la spiaggia di Barra soprattutto per fare il bagno o quando voglio rilassarmi, in particolare la parte che viene chiamata Praia da Rainha. L’unica differenza è la distanza con il centro della città, che vi costringe a prendere un taxi o Uber ma ne vale la pena se volete godervi una splendida giornata di mare.

Scopri i migliori hotel di Ipanema!

I parchi naturali e le aree protette

ALT = cosa vedere a Rio de janeiro, il parco di tijuca
photo credit: Aitivamon NATURE Bellos andares via photopin (license)

Tante le zone verdi all’interno della città di Rio de Janeiro che le permettono di respirare, nonostante la recente cementificazione dell’area urbana le abbia seriamente minacciate. Tra le zone verdi più importanti di Rio troviamo il Parco Nazionale di Tijuca, il Giardino Botanico ed il Quinto da Boa Vista.

Il Parco Nazionale di Tijuca è immenso, quasi 4.000 ettari, e la sua formazione risale addirittura al 1860 su volontà dell’Imperatore Pedro II, mentre la sua nomina a Parco nazionale è recentemente moderna, nel 1961 come contrasto alla cementificazione sfrenata della città.

Si tratta di una delle più grandi riserve di Mata Atlantica del Paese, dichiarata anche dall’Unesco riserva della biosfera patrimonio dell’umanità. Il Parco è diviso in quattro zone, la Foresta di Tijuca, la zona montuosa della Pedra Bonita e della Pedra da Gavea, la zona dove trovate il Corcovado con il Cristo Redentor della Serra da Carioca e la zona della Covanca e Pretos Forros.

Oltre alle specie della Mata Atlantica, al suo interno potrete trovare uccelli, primati, alcuni mammiferi di piccola taglia, rettili, anfibi ed insetti. Inoltre ci sono splendide cascate, la vetta del Pico da Tijuca alta più di 1.000 metri e la Pedra da Gavea dalla quale è possibile lanciarsi con il deltaplano.

Il Parco di Tijuca è ricco di sentieri tracciati, alcuni dei quali sono mediamente impegnativi e portano fino in vetta, mentre altri sono più simili a delle passeggiate. Comunque è necessario essere organizzati con spray anti-insetto, bottigliette d’acqua, una cartina e qualche cosa da mangiare.



Booking.com

Il Giardino Botanico invece si trova nell’omonima rua, ed è un parco adatto a tutti, perfetto per passeggiate con la famiglia e soprattutto con i bambini. Al suo interno troverete spazi attrezzati, panchine e zone fresche, inoltre le comode stradine sono adatte anche ai passeggini.

Il Giardino Botanico contiene molte specie della Mata Atlantica ed alcune delle palme più rare del Paese, un bellissimo giardino giapponese, punti d’osservazione, un laghetto e delle simpatiche scimmiette che saltano da un albero all’altro per il divertimento di grandi e piccini.

Il Parco da Boa Vista è famoso soprattutto per lo Zoo e per il Museo Nazionale del Brasile, il più grande del Sud America. Lo zoo ospita molte specie di animali, che potrete ammirare direttamente nel loro habitat naturale.

I musei e le chiese

ALT = cosa vedere a Rio de Janeiro, la Cattedrale Metropolitana, Chiese

La città di Rio de Janeiro non è soltanto spiagge e parchi, ma mette a disposizione dei turisti tantissimi musei e alcune splendide chiese dislocate per lo più nel zona del Centro.

Tra i musei più belli e importanti di Rio de Janeiro troviamo il Museo de Amanha, il Museo Storico Nazionale del Brasile, il Museo di Arte Moderna, il Museo Nazionale del Brasile, il Museo Nazionale delle Belle Arti, il Museo delle Immagini e dei Suoni ed il Museo Imperiale del Brasile.

Tra le chiese più belle di Rio ci sono invece la Cattedrale Metropolitana di São Sebastião, la Igreja de Nossa Senhora de Candelaria, la Igreja de Sant’Ana e la Igreja Nossa Senhora da Gloria do Outerio.

Guida completa ai musei di Rio de Janeiro.

Il Pan di Zucchero ed il Cristo Redentor

ALT = cosa vedere a rio de janeiro

Tra le maggiori attrazioni di Rio de Janeiro c’è il famoso Pan di Zucchero, dal quale potrete godere di una splendida vista su Rio de Janeiro salendo in cima con la famosa funivia, che vi porterà fin su al secondo monte. Per evenienza portatevi un ombrello, infatti a Rio piove molto spesso soprattutto in estate, oppure salite di mattina quando è più facile trovare il sole.

Ma la vera attrazione simbolo di Rio è il Cristo Redentor situato in cima al Corcovado, dal quale potrete godere di una vista unica su Rio de Janeiro e scattare delle foto memorabili. Per salire potete usare il taxi o il tipico trenino, lento e scomodo ma molto caratteristico.

Dove dormire : hotel, hostel e residence

Rio de Janeiro offre un’ampia varietà di strutture per dormire, di tutte le tipologie e le fasce di prezzo, dagli hotel 5 stelle superior più lussuosi, ai più economici 3 stelle, dagli hostel alle pousadas ai residence.

Il mio consiglio è di scegliere la struttura il più vicino possibile alle zone della città che frequenterete più assiduamente, visto che muoversi a Rio non è proprio agevole a causa del molto traffico. Inoltre gli autobus non sono molto sicuri per un turista, e per prendere la metropolitana dovrete comunque optare per un hotel nelle vicinanze di una fermata, non sempre una buona scelta.



Booking.com

Le zone migliori per alloggiare sono ovviamente quelle della parte Sud della città, quindi Copacabana, Ipanema, Flamengo e Leblon, anche se quest’ultime sono piuttosto lontane dalle zone principali e dalle attrazioni della città e dovrete usare molto il taxi, soprattutto di notte.

Se state pensando di optare per una struttura in Centro, sappiate che durante il sabato e la domenica si svuota parecchio, rendendo la zona molto meno sicura, soprattutto se viaggiate con dei bambini.

Secondo me le zone migliori sono tra Ipanema e Copacabana, anche un poco verso l’interno ma possibilmente nei pressi di una fermata della metropolitana, come quelle di General Osorio e Siqueira Campos.

Comunque per trovare informazioni, recensioni, foto, video e quant’altro sugli hotel di Rio de Janeiro potete visitare l’apposita sezione del sito.

Scopri le offerte del momento per i migliori hotel di Copacabana!

ALT = cosa vedere a rio de janeiro, cristo redentor

Dove mangiare : ristoranti e quartieri

A Rio de Janeiro potrete trovare ogni sorta di ristorante, da quelli che offrono il tipico churrasco brasiliano, ai ristoranti giapponesi, arabi, indiani, thailandesi, francesi, italiani, fast food, tavole calde al chilo, pizzerie e tanti altri.

Le zone migliori per mangiare secondo me sono quelle di Botafogo, la Lapa, Santa Teresa, Copacabana e Ipanema. Per il pranzo eviterei i chioschi sulla spiaggia non sempre riescono ad offrire un buon pasto, mentre per la cena non avete che l’imbarazzo della scelta.

Personalmente amo i ristoranti nella zona di Santa Teresa, sia per il pranzo che per la cena, dove troverete anche tantissimi locali con musica dal vivo e ottimi cocktail. Ottima zona soprattutto nei weekend.

Una curiosità, spesso a Rio de Janeiro ma come in tutto il Brasile, potete trovare ottimi ristoranti self service agli ultimi piani dei centri commerciali. Qui non è come in Italia, e le persone non si fanno problemi ad andarci solamente per mangiare. Provare per credere.

A seconda del tipo di ristorante potete spendere veramente una fortuna per mangiare a Rio, soprattutto se optate per un bel ristorante di pesce e prendete una bottiglia di vino italiano, francese o comunque europeo, sempre molto costosi.

Un consiglio, in Brasile optate per i vini del Sud America che non pagano dazi e sono molto più economici. Tra i migliori vi segnalo i vini cileni e argentini, mentre per un buon vino brasiliano dovete ancora spendere un po’.

Se invece optate per un tipico ristorante brasiliano con churrasco o no e bevete un cocktail o la classica birra, vi consiglio la Brahma, la Original o le birre artigianli, i prezzi saranno molto più economici, sui 20-25€ a persona.

Come spostarsi : a piedi, in taxi, con Uber o con i mezzi pubblici

Per spostarsi a Rio de Janeiro è consigliabile utilizzare il taxi, il mezzo in assoluto più sicuro della città a qualsiasi ora del giorno e della notte. Rio de Janeiro è la seconda città dopo New York con il maggior numero di taxi per abitante, il cui utilizzo è molto economico.

Pensate che una corsa media di 20, 30 minuti che costa sugli 8-10€. Il taxi si prende direttamente nella strada alzando un braccio quando ne passa uno libero, cioè con la luce sopra il tetto spenta, oppure nei tanti punti taxi della città, nei pressi dei punti turistici, dei centri commerciali o dei luoghi di lavoro.

Un altro mezzo molto usato è Uber, che negli ultimi anni è letteralmente spopolato in Brasile soprattutto nelle grandi città come Rio e San Paolo. Potate prendere un mezzo Uber senza problemi sia di giorno che di notte, riuscendo a risparmiare circa il 30-40% rispetto al servizio taxi.

Per servirsi di Uber vi basta scaricare l’app gratuitamente da Google Play o Apple Store e richiedere un mezzo segnalando la vostra posizione e la vostra destinazione di arrivo. I pagamenti possono essere effettuati con la carta abbinata al proprio profilo o in contanti. I tempi di attesa sono sempre molto brevi, inferiori ai 5 minuti.

È possibile inoltre prendere la metropolitana, armandosi di un po’ di pazienza per capire come funziona il servizio, che comunque non serve tutte le zone della città ma solo alcune. Il biglietto per una corsa costa 4 reais, circa 1,20€, si compra dentro la stazione e viene rilasciata una tessera che va inserita nell’apposita fessura prima del tornello.

Per qualsiasi informazione sulla metropolitana di Rio potete consultare la mappa delle linee, con tutte le fermate.

È possibile prendere anche gli autobus ma in linea di massima io lo sconsiglierei. A parte quelli che dall’aeroporto portano alle zone turistiche della città, che permettono anche di caricare i propri bagagli, prendere un autobus in città è piuttosto pericoloso. È possibile dare molto nell’occhio, soprattutto se non si parla portoghese oppure perdersi e ritrovarsi in zone dove sarebbe meglio non andare.

Quando andare : i periodi migliori per visitare Rio

I periodi migliori per visitare Rio de Janeiro sono sicuramente dicembre, gennaio e febbraio, i mesi dell’estate brasiliana che permettono di godersi il mare e le spiagge tutti i giorni, anche se è possibile prendersi il classico acquazzone pomeridiano rinfrescante.

Oppure se volete assistere al grande Carnevale di Rio dovete venire a fine febbraio inizio marzo, mettendo in conto di pagare cifre molto alte un po’ per tutto, dai voli agli hotel ai ristoranti agli spettacoli di samba.

In questo caso è possibile prendere un biglietto per assistere allo spettacolo migliore della città, la sfilata dei carri nel famoso sambodromo, con relativa festa finale e balli ad oltranza. Oppure stare direttamente in strada, prestando un po’ di attenzione a borseggiatori e malintenzionati, godendosi il caotico carnevale dei blocchi.

ALT = viaggiare in brasile, rio de janeiro, carnevale al sambodromo

Comunque è possibile recarsi a Rio de Janeiro in qualsiasi periodo dell’anno, infatti non è insolito andare al mare anche in pieno inverno, a giugno o luglio, quando magari le temperature si aggirano sui 25-30 gradi di giorno. Molto interessanti sono poi i periodi intermedi, quando le temperature sono alte ma non eccessive ed il clima è decisamente ottimo, come ottobre, novembre, marzo e aprile.

Cosa fare la notte a Rio de Janeiro

La sera e la notte a Rio de Janeiro non avete che l’imbarazzo della scelta, e potrete trovare qualsiasi tipo di intrattenimento a seconda dei vostri gusti, dai ristoranti chic di carne o pesce, alle passeggiate romantiche sul lungomare, alle discoteche aperte fino a tarda notte, ai locali di samba.

Una delle zone migliori di Rio de Janeiro per divertirsi la notte è la Lapa, una delle più famose della città, contraddistinta dalla famosa entrata con i doppi archi che ricordano un acquedotto romano.

Questa zona di giorno offre la possibilità di visitare i tanti negozi di arte ed i centri culturali, oltre alla famosissima scalinata tutta colorata, la Escadaria do Selar ón, mentre la notte tutta la Lapa diventa un vero e proprio bar a cielo aperto, con i banchetti che vendono di tutto, dalla birra, al cibo di strada, alla oggettistica tradizionale.

ALT = cosa fare la notte a Rio de Janeiro,

Inoltre troverete tantissimi ristoranti, bar che servono le migliori caipirinhas della città, locali con musica jazz o con la tradizionale samba, in modo da ballare tutta la notte fino a quando si riesce a stare in piedi. Oppure è possibile rifugiarsi in uno dei teatri della zona, con spettacoli musicali e commedie in puro stile carioca.

Se invece state cercando musica elettronica e divertimento puro, la zona di Copacabana e quella di Ipanema vantano le migliori discoteche della città, piene soprattutto nei weekend sia di brasiliani che di stranieri. I prezzi sono in linea con le discoteche europee, quindi mettete in conto di spendere un po’, soprattutto per le discoteche migliori che ovviamente sono anche le più belle e le più sicure.

Un’altra zona molto interessante è quella di Santa Teresa, una ex favela riconvertita in un quartiere bohemien, dove oggi potete trovare tantissimi ristoranti, bar e locali con musica dal vivo, soprattutto brasiliana come samba e bossa nova, aperti sia di giorno che di notte. Inoltre la zona è piuttosto sicura e tranquilla.

Ottima è anche la zona di Botafogo, molto comoda grazie alla presenza della fermata della metropolitana. In questa zona soprattutto nella piazza centrale, potrete trovare tantissimi locali aperti fino a tarda notte, sempre pieni soprattutto nei weekend e molto ricercati dai giovani della città.

Per lo più si tratta di locali simili ai nostri pub, ma con spazi sia all’interno che all’esterno dove potrete sia bere ottima birra anche artigianale che cocktail, oppure mangiare degli stucchini come panini e crocchette di carne o direttamente cenare con piatti più elaborati.

Guida completa alla vita notturna di Rio de Janeiro

Conclusioni e consigli utili

Rio de Janeiro è una città dai forti contrasti, una meta turistica in grado di regalare uno sguardo a 360 gradi sul Brasile e sulle contraddizioni di questo incredibile Paese.

Per godere appieno della città è necessario liberarsi dai preconcetti, vivere l’atmosfera della città carioca e non lasciarsi andare a facili semplificazioni culturali.

Ovviamente bisogna prendere alcuni accorgimenti legati alla sicurezza, ricordandosi che il Brasile e Rio de Janeiro sono due realtà molto complesse ma che possono offrire un’emozione unica.

Related Posts

About The Author

Add Comment